Domenica 28 Aprile alle ore 16:30

CONFERENZA

” PARLANDO CON I FILOSOFI… PER UNA NUOVA PAIDEIA “

CON ALBERTO MILESI E SANDRO CESARO (docenti di filosofia)

parole-cop

Conferenza di filosofia, dove verranno presentati i temi che si potranno poi sviluppare in un ciclo di incontri successivo.
Quello che si propone, infatti, è di creare delle serate di approfondimento filosofico aperto a tutti e non solo agli specialisti del settore. Il filo conduttore principale prenderà spunto dalla storia della filosofia per approfondire di volta in volta diverse tematiche :

- Socrate e Platone : L’amore come strada maestra per la conoscenza .
Utilizzando il mito del Simposio andremo a vedere la reale portata del termine filo-sofia (amore del sapere). Della figura di Socrate si vedrà la vita del maieuta (colui che fa partorire le anime) fino a chiudere con la sua morte per volere della città. Dalle ultime pagine del Fedone ci collegheremo ad un Platone che piange e saluta il maestro mostrando la dicotomia tra anima e corpo.

- Agostino e la vita beata.
Dai passi più salienti dei dialoghi di Cassiciaco si evince un tema cardine per Agostino d’Ippona (padre della Chiesa e figura chiave della filosofia tardo antica e medievale): la felicità dell’uomo. In cosa consiste la felicità? E come si crea una vita beata? Il rapporto tra Fede e Ragione unito ad un intenso dialogo interiore sul Bene e sul Male fanno delle risposte di Agostino alla vita beata uno dei passi densi della filosofia cristiana.

- Carl Schimt : il concetto di “politico”.
Per Schimtt la politica ha un asse tanto semplice quanto fondamentale: l’identificazione del nemico. Tramite un suo piccolo testo Teoria del Partigiano andremo a vedere come il concetto di nemico sia cambiato nella storia andando sempre di più ad identificarsi col nemico totale, il criminale più che con l’avversario. Alla base di ogni azione politica o di diritto resta sempre e comunque la forza.

- Simone Weil : la compassione contro la forza.
L’autrice francese, filosofa difficilmente collocabile che quasi sfiora la mistica con la sua vita avventurosa e volta alla verità degli ultimi, analizza con l’Iliade o il poema della forza la profondità dei rapporti umani che si incentrano principalmente sulla forza e sull’uso di essa. La forza che rende le persone, cose. Reifica le persone ancora in vita, rende l’anima sterile e disperata racchiusa non in un corpo ma in un oggetto. Quello che vivono i personaggi dell’Iliade non è così distante da quello che lei vede accadere alle persone attorno a sé coinvolte nella terribile macchina della seconda guerra mondiale.

- Hegel e Marx : storia di servi e padroni.
I due campioni della filosofia classica tedesca vengono messi a confronto su un tema cruciale, quello dell’alienazione dell’uomo. I due risponderanno in modo diametralmente opposto alla stessa esigenza di analisi razionale della realtà.

INGRESSO CON OFFERTA LIBERA E APERITIVO FINALE.

Gli incontri di studio e approfondimento delle tematiche sopra esposte saranno poi programmati in date successive, su prenotazione. Tutte le lezioni, dopo una breve inquadratura delle tematiche trattate e degli autori, verteranno sull’analisi dei testi originali per fornire a ciascun partecipante gli strumenti di comprensione in modo da poter continuarne la lettura anche in autonomia.