Domenica 6 Settembre dalle ore 10:00 alle 18:00

SEDUTE INDIVIDUALI DI SUONOTERAPIA COL MONOCORDA E CONFERENZA DIMOSTRATIVA APERTA AL PUBBLICO ALLE ORE 10

- IL MASSAGGIO VIBRAZIONALE -

ENERGIE DEL SUONO CHE “INFORMANO” E  ” CURANO “, PER IL NOSTRO BENESSERE…

Con Renato Poletto

monocorda

LA CONFERENZA ALLE ORE 10 E’ APERTA AL PUBBLICO

dove si potrà assistere ad una dimostrazione di suonoterapia applicata.
Dopo sarà possibile, per chi vuole, fermarsi ed eseguire il trattamento.
Per chi volesse già prenotare la seduta:

INFO E PRENOTAZIONI:

Otello 338- 7963968   Viviana 351-5127698   info@ighina.it

OGNI SEDUTA DURA CIRCA 30 – 45 minuti

Già con una seduta, dove il monocorda verrà appoggiato sul corpo e il suono vibrerà dentro di noi, si potranno sperimentare gli effetti benefici del suono di questo e del canto armonico,  sul nostro stato fisico, mentale, emozionale e spirituale.

In unione col canto armonico, detto anche la “Voce degli Angeli”, la seduta di suonoterapia sincronizzerà le onde cerebrali,

aiutando la persona ad alleviare tensioni e stress nonché apportare un valido aiuto per i traumi e le disarmonie psico-fisiche.

Renato Poletto

renato-poletto-profile-picture

Soul Voice, Over tone, Terapia del Suono, Bagni di Gongs e Musica delle Piante.

Propone esperienze di “Massaggio Vibrazionale” con Monocorda armonico per il riequilibrio energetico ed emozionale dei Chakra. Svolge conferenze interattive dove il pubblico sperimenta subito gli effetti benefici del suono.

Conduce “Bagni di Gong” accompagnando i partecipanti in un percorso d’ascolto di Sè immergendoli nel potente suono dei Gong e di altri “Metalli Sonori”, coadiuvato da Alessandro Gomiero, Giovanni Babbolin e Angelo Gallocchio, musicisti, amici e compagni di ricerca in questo viaggio alla scoperta del suono come canale introspettivo, per raggiungere livelli molto profondi di meditazione ed equilibrio energetico.

A tutt’oggi la sua esperienza è richiesta sia in ambito lavorativo che educativo: il primo come motivatore di aggregazione attraverso l’ uso della voce e del canto in gruppi dirigenziali e di lavoro, il secondo portando la musica delle piante nelle scuole come strumento per avvicinare i ragazzi ad un pensiero ecologico e percepire la natura come grande essere vivente.